Stati Generali della Cultura

In riferimento all'incontro di stamane alla Casa del Cinema "Stati Generali della Cultura" vorrei esprimere il mio compiacimento per il risultato ottenuto, dopo un lungo silenzio finalmente abbiamo assistito ad una grande e bella rappresentanza dei nostri migliori settori strategici culturali, ho avuto la sensazione di essere ritornato ai tempi delle  passioni politiche e degli impegni sociali degli anni passati che ci vedevano, al di là dei corporativismi, sfilare tutti insieme per un obbiettivo comune, quello culturale, per chi non ha potuto partecipare posso dire che tutti sono stati ben rappresentati,
 
dal teatro al cinema,
 
la televisione, le cooperative culturali.
Tutti insieme e all'unisono erano concordi nel trovare e ricercare metodi e mezzi di contrasto a una politica, quella italiana, ottusa,
 
cinica e analfabeta, colpevole di aver fatto sprofondare questo paese nel qualunquismo più becero,
 
arrogante e ignorante che la storia d'Italia abbia mai conosciuto.
Vorrei sperare che la CGIL dia continuità a questa iniziativa e organizzi altri incontri come quello di oggi,
 
perché come detto a chiusura dell'incontro dal segretario generale SLC - CGIL nazionale Massimo Cestaro, "se non lo facciamo noi non lo fa nessuno", ebbene non mi rimane che sperare a presto in un prossimo incontro,vorrei ringraziare personalmente l'organizzazione del tutto, nelle persone di Umberto Carretti e Corrado Volpicelli, comprendendone  il lavoro che c'è stato dietro e il tempo dedicato.
Un grazie e un grande abbraccio a tutti.
Luciano Muratori.  
 

Il Direttivo